“Women of Wonder. Donne superpotenti”.

In occasione del festival Loving the Alien – che si terrà i giorni di sabato 18 e domenica 19 settembre 2021 nell’ambito di Torino a Cielo Aperto – Festival d’Estate 2021, nell’ampio spazio pubblico all’aperto sul quale si affaccia l’ingresso del museo – inaugura al Mufant la mostra “Women of Wonder. Donne superpotenti” realizzata con il sostegno della Fondazione CRT.

La mostra – aperta al pubblico da sabato 18 alle ore 11:00 e visitabile fino 27 febbraio 2022 – curata da Silvia Casolari e Davide Monopoli – è un viaggio alla scoperta delle principali supereroine dell’immaginario fantastico fra fumetto, cinema e serialità tv. In mostra prime edizioni di fumetti, tavole originali, toys vintage, action figures, statue in scala 1:1, merchandising da collezione.

Al seguente link è’ possibile acquistare i biglietti della mostra per i due giorni inaugurali: 18 e 19 settembre 2021 in concomitanza con “Loving the Alien Fest”.
Le entrate alla mostra sono suddivise in fasce orarie con contingentamento del pubblico.
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-women-of-wonder-donne-superpotenti-168974771089

Il percorso espositivo prende avvio da una sezione, curata dalla collezionista Stefanie Groener, interamente dedicata a Wonder Woman, supereroina DC che quest’anno compie 80 anni dalla sua prima apparizione e che detiene il primato di prima protagonista femminile del brand DC Comics a fianco degli altri due principali “marchi di fabbrica” della casa di produzione statunitense, Superman e Batman.

Divenuta icona contemporanea del femminismo, Wonder Woman costituisce l’occasione per fare il punto sulla rappresentazione delle donne nei media e nella pop culture.

La mostra procede poi attraverso un confronto/scontro fra le protagoniste femminili delle due principali case di produzione di fumetti americane – DC Comics e Marvel Comics – che si sono suddivise il pubblico di estimatori fino ai nostri giorni a partire dall’avvio delle saghe cinematografiche dei supereroi, il più importante prodotto da intrattenimento del pubblico giovanile di almeno due delle ultime generazioni.

A partire da Supergirl, inizialmente percepita come una semplice comprimaria del suo “cugino” kryptoniano più famoso e poi destinata a diventare un personaggio più determinante nell’universo della DC, tanto che di recente le è stata dedicata una serie televisiva come protagonista dalla CBS, per arrivare alle sue “sorelle DC” Black Canary, Raven, Star Fire.

Dell’universo Marvel seguiremo le super avventure di eroine come Black Widow, protagonista del recentissimo film della regista Cate Shortland, quelle delle “X-Women” come Mistica ed Emma Frost, fino a Spider Woman, la Donna Invisibile e Wasp, personaggio importantissimo degli Avangers. Due approfondimenti sono dedicati a Captain Marvel e Scarlett Witch, quest’ultimo a cura dell’esperto di women cultures Leone Locatelli.

Spazio anche alle cosiddette “cattive” come Harley Quinn, Goblin Queen o all’ambigua X23, la versione femminile di Wolverine degli X-Men.

Una parte fondamentale del percorso espositivo è costituita dalla “sezione Italia”, una sorta di “mostra nella mostra” – curata dal fumettista e sceneggiatore Andrea Cavaletto. La sezione espone una personale di 15 tavole originali disegnate da David Messina, fumettista che è stato il disegnatore italiano ufficiale di Wonder Woman e Catwoman per la DC Comics statunitense e una collettiva di 10 tavole ispirate alla “supereroina” realizzate ad hoc dai fumettisti e dalle fumettiste Daniele Statella, Attila Schwanz, Cristiano Sartor, Barbara Astegiano, Cristiano Spadavecchia, Toni Viceconti, Claudio Montalbano, Massimiliano Bertolotti, Federica Di Meo, Elena Chiappini.

David Messina, special guest di Loving The Alien Fest, incontrerà il pubblico sabato pomeriggio alle 17:30 con una performance di live drawing.

Dalle supereroine a fumetto la mostra prosegue verso altre protagoniste femminili del Fantastico. Una sezione espone infatti i personaggi femminili dell’universo del mangaka Leiji Matsumoto e una sezione speciale è dedicata alle splendide copertine realizzate dall’illustratore Maurizio Manzieri per le principali riviste di fantascienza italiane e straniere. Manzieri, quest’anno candidato al Premio Hugo – ad oggi l’unico italiano ad essere candidato al prestigioso e più importante premio internazionale del settore – è noto per la raffigurazione di donne fantascientifiche nelle più svariate forme: cyborg, androidi, personaggi fantasy. Ospite speciale del festival l’incontro con Manzieri è in programma per la domenica pomeriggio alle ore 18:00.

La rivista L’Indice dei Libri del Mese – media partner del festival per il secondo anno – che per consuetudine ogni mese dedica il numero ad un illustratore, uscirà nel mese di settembre con una “mostra” delle migliori illustrazioni di Maurizio Manzieri.

——————————————

Incontri “special guest” in abbinamento alla mostra all’interno del festival:

– “Da Catwoman a Noah , David Messina e le “sue” supereroine”.

Il fumettista David Messina in una performance di live drawing. A seguire presentazione della “sezione Italia” della mostra Women of Wonder con la partecipazione dei fumettisti e delle fumettiste della collettiva curata Andrea Cavaletto, fumettista e sceneggiatore di Dylan Dog e Martin Mystère (Sergio Bonelli Editore).

Sabato 18 settembre ore 17:30-19:00

– “Come costruire astronavi con un pennello digitale”.

L’illustratore Maurizio Manzieri (Premio Chesley, European Grandmaster, Finalista Premio Hugo come miglior artista professionista).

Domenica 19 settembre ore 18:00 – 19:00.

Gli altri incontri in abbinamento alla mostra:

– “I fumetti cambiano la vita? Supereroine a confronto”.

Talk fra la scrittrice Chiara Bongiovanni (Feltrinelli) esperta di fumetto e Giampiero Leo, già assessore alla Cultura in Regione Piemonte, consigliere della Fondazione CRT, vicepresidente del Comitato Diritti Umani della Regione Piemonte e, da sempre, appassionato conoscitore del fumetto.

Sabato 18 settembre ore 10:45 – 11:30.

– “Manga educativi?”.

Workshop con Fabrizio Faina, fumettista e fondatore dell’Associazione Scuola di Fumetto. A cura di Altra Mente Cooperativa Sociale.

Sabato 18 settembre ore 11:30 – 12:30.

– “Wonder Woman dalla tv al cinema”.

Conferenza a cura di Stefanie Groener, collezionista e curatrice della “sezione Wonder Woman” della mostra.

Sabato 18 settembre ore 12:30 – 13:30.

– “Vite da strega. Il potere femminile nella cultura pop”.

Dee, fate, streghe, supereroine e super casalinghe. Un viaggio attraverso le diverse forme che la magia femminile assume nella cultura pop. Da Samantha di Bewitched a Wanda di WandaVision, fino a Elsa di Frozen. Con Angelo Serfilippi e Alessio D’Avino. Introduzione di Giulia Abbate (Delos Digital). A cura di Leone Locatelli, saggista e fondatore di Heroica.it

Sabato 18 settembre ore 12:30 – 13:30.

– “Bondage e femminismo nella Wonder Woman delle origini”.

Un panel molto particolare condotto da Le Sex en Rose, blog di divulgazione Sex Positive.

Sabato 18 settembre ore 14:45 – 15:30.

– “Da Rebo a Brendon. Autori e personaggi del fumetto italiano di fantascienza”.

Conferenza a cura di Pier Luigi Gaspa, biologo e saggista, docente di fumetto e cinema di animazione e storico collaboratore di Lucca Comics & Games.

Domenica 19 settembre ore 11:00 – 11:45.

– “Incontro con Lilletta Ely”.

Elisabetta Tosi – conosciuta sul canale youtube come Lilletta Ely – in una imperdibile intervista sulla passione per gli anime e l’universo “nerd”.

Domenica 19 settembre ore 17:00 – 18:00.

——————————————

Info e biglietti:

Per i giorni del festival (18 e 19 settembre 2021) è necessario prenotare i biglietti della mostra su eventbrite (i biglietti saranno disponibili sulla piattaforma a partire da martedì 31 agosto 2021).

Intero: 10 €

Ridotti e bambini dai 5 ai 10 anni: 7 €

Orario di apertura della mostra per i due giorni del festival: dalle ore 11:00 alle ore 19:30.

Dalla settimana successiva al festival la mostra sarà visitabile negli orari di apertura standard del museo e i biglietti si acquisteranno al momento direttamente in biglietteria.: https://www.mufant.it/informazioni/

Per accedere alla mostra:

In ottemperanza alle disposizioni governative vigenti, previste per tutti i luoghi di cultura italiani (rif. D.L. del 23 luglio 2021), è obbligatorio che i visitatori, dopo il triage con misurazione della temperatura, esibiscano il Green Pass, o certificazione equipollente. Le disposizioni non si applicano ai bambini di età inferiore ai 12 anni e ai soggetti con certificazione medica specifica.

Per conoscere i numerosi altri ospiti e il programma completo di Loving the Alien Fest rimandiamo, a partire da martedì 31 agosto, al sito del museo: www.mufant.it