Sezione Fantascienza televisiva RAI

La sezione, costituita di oggetti di scena, modelli, libri, rarità, dischi, fotografie, pannelli illustrativi, estratti audiovisivi provenienti dagli archivi RAI, sorta dalla importante collaborazione con RAI 4 Wonderland, racconta la storia della fantascienza televisiva italiana nella televisione pubblica, una storia che si snoda fra trasmissioni spesso ingiustamente dimenticate e altre ormai di culto, dai lontani esordi del 13 gennaio 1954 – data della prima trasmissione a contenuto fantascientifico “Gli Eroi di Carta. Dalla Terra alla Luna” – passando per la grande stagione degli sceneggiati anni ’70 per arrivare fino ad oggi con l’ampio spazio che un canale come Rai 4 dedica al genere.

La mostra prosegue un lavoro di ricerca dedicato alla fantascienza italiana avviato nel 2011  sotto la guida di Riccardo Valla, uno dei protagonisti indiscussi della fantascienza nel nostro paese e presidente del comitato scientifico del Mu.Fant, recentemente.

Fra i materiali, di notevole interesse i documenti che presentano, ad esempio, interviste a celebri scrittori come Arthur C. Clarke, interessanti esperimenti di fiction made in Italy, come i racconti fantascientifici di Primo Levi, il Dottor Jekyll di Giorgio Albertazzi, la miniserie “Racconti di Fantascienza” curata da Alessandro Blasetti con l’interpretazione di attori del calibro di Arnoldo Foà, Orso Maria Guerrini, Umberto Orsini, Ugo Gregoretti. Particolare riguardo è dedicato a sceneggiati televisivi epocali come “A come Andromeda”, “Gamma”, “E.S.P” e ad altri divenuti autentici cult, quali “Extra” o “La traccia verde”. Non manca uno sguardo curioso a certe trasmissioni scientifiche che – non senza qualche ingenuità – immaginavano negli anni Sessanta il futuro del Mondo nel 2000.

(Si ringrazia la RAI per la disponibilità di alcuni materiali).

I legionari dello spazio (per gentile concessione RAI)
I legionari dello spazio (per gentile concessione RAI)
E.S.P.4 (per gentile concessione RAI)
E.S.P.4 (per gentile concessione RAI)

One thought on “Sezione Fantascienza televisiva RAI

  1. “Affascinante”, come direbbe … il “signor Spock” di Star Trek.
    Da appassionato, farò il possibile x esserci all’inaugurazione.
    Buon lavoro.

Lascia una risposta