Capodanno con Ritorno al Futuro

Domenica 2 febbraio 2020. Ore 15:30/19:00

In occasione delle celebrazioni a Torino del Capodanno Cinese il MUFANT in collaborazione con l’Associazione socio culturale italo cinese Zhisong organizza domenica 2 febbraio 2020 un pomeriggio di festa che prevede due momenti inaugurali.

All’esterno, nella piazza sulla quale si affaccia l’ingresso del museo, sarà inaugurata una statua che riproduce le fattezze del drago “Fucanglong“, creatura fantastica della mitologia cinese che custodisce tesori sepolti nelle viscere della terra. La statua è stata progettata e realizzata nell’ambito del progetto Co-City della Città di Torino e, insieme ad altre 6 statue, costituisce l’intervento di arredo urbano promosso dal museo in partnership con AIAPP Piemonte Valle d’Aosta e Cooperativa Altra Mente, volto a riqualificare e rigenerare lo spazio pubblico adiacente la sede il museo.

Domenica si inaugura il Drago Cinese Fukanglong per coinvolgere la comunità cinese torinese e consolidare i rapporti del museo con il mondo della fantascienza cinese. Il museo è stato infatti recentemente in Cina, nella città di Chengdu, ospite della 5° International Science Fiction Conference: la statua è dedicata simbolicamente alla Città di Chengdu.

All’interno del museo si inaugura la mostra Back to the Future dedicata alla trilogia di Ritorno al Futuro che quest’anno compie 35 anni. “Volevamo abbinare all’inaugurazione della nuova statua una mostra di forte richiamo” dice Silvia Casolari fondatrice del MUFANT “siamo sicuri che la collezione di Giancarlo Ghibaudo, che comprende storyboard, script, fogli di produzione, fotografie per i prescript, giochi da tavolo, toys, cell della serie animata, poster e gadget richiamerà molti visitatori”.

Il primo episodio della trilogia di Ritorno al Futuro, uscito nel 1985, diretto da Robert Zemeckis e interpretato da Michael J. Fox e Christopher Lloyd, è infatti considerato un’icona del cinema degli anni ottanta e ha riscosso un enorme successo a livello internazionale. La mostra espone materiale dell’intera trilogia e anche i cell – le tavole a disegno – della meno conosciuta Back to the Future: The Animated Series, la serie a cartoni animati prodotta nel 1991 basata sui film della trilogia.

Dopo l’inaugurazione della mostra sono previsti gli interventi di Giancarlo Genta, ordinario del Politecnico di Torino, sul tema”: Cosa accade oggi in Cina: la Fantascienza come via per interessare i giovani alla cultura scientifica” e di Antonello Raciti, pscioterapeuta Cooperativa Altra Mente, sul tema “Impressioni a proposito della psichiatria cinese“. A seguire la lettura, a cura dell’Associazione Zhisong, di estratti da racconti di fantascienza cinese contemporanea in lingua originale.

PROGRAMMA

15.30: Inaugurazione statua Fucanglong. Alla presenza di: Assessore Marco Giusta, Città di Torino. Marco Novello, Presidente V Circoscrizione. Silvia Casolari e Davide Monopoli, MUFANT. Marina Panarese, Associazione socio culturale italo cinese Zhisong. Ferruccio Capitani, AIAPP-Piemonte Valle d’Aosta. Antonello Raciti, Cooperativa Altra Mente.

16.00: Inaugurazione Back to the Future_Exhibition. Presentazione e visita guidata con il collezionista Giancarlo Ghibaudo.

17.00: Cosa accade oggi in Cina: la Fantascienza come via per interessare i giovani alla cultura scientifica“. Giancarlo Genta, Politecnico di Torino.

17.20 Impressioni a proposito della psichiatria cinese, Antonello Raciti, pscioterapeuta Cooperativa Altra Mente.

17.40 Letture in lingua cinese a cura di Yang Lei di estratti da racconti di fantascienza cinese contemporanea pubblicati su Science Fiction World, rivista cinese di science fiction.

L’inaugurazione della statua è ad ingresso libero.

Si accede al museo con i biglietti standard. Info: https://www.mufant.it/informazioni/

Il Parco del Fantastico:

Dallo scorso settembre fino al prossimo giugno saranno collocate nella piazza adiacente al museo in tutto 7 statue che riproducono protagonisti iconici dell’immaginario fantastico fra film e cartoni animati: Frankenstein, il Lupo Mannaro, Capitan Harlock, il Drago Fukanglong, ET, Alien e Sailor Moon. Il museo con questa importante azione, svolta con la collaborazione della Città di Torino e sostenuta dai fondi europei di Urban Innovative Action e Pon Metro, sta progressivamente installando un piccolo Parco del Fantastico con la copartecipazione di residenti e cittadini per riqualificare e restituire alla città una piazza che fino a pochi mesi fa si presentava come un anomimo piazzale della periferia urbana torinese.

L’area sarà inaugurata il 5,6,7 giugno 2020 con la prima edizione del Festival Loving The Alien evento durante il quale avrà luogo la cerimonia istituzionale di intitolazione della piazza alla memoria di Riccardo Valla, fra le figure di riferimento della fantascienza italiana.