Senza titolo-1

2001: ODISSEA NELLO SPAZIO. 50 anni

Sabato 10 novembre, ore 16,00/19,00.

Il Mufant festeggia il cinquantesimo anniversario di “2001: Odissea nello spazio” con un pomeriggio dedicato all’approfondimento del notissimo romanzo di Arthur C. Clarke e del capolavoro cinematografico di Stanley Kubrick, a cura dell’autore torinese Paolo S. Cavazza. A seguire la presentazione dell’ultimo romanzo di Giancarlo Genta, una nuova epopea spaziale fantascientifica.

Programma:

ore 16,00/16,40 Il 2001 di Arthur C. Clarke, conferenza a cura dell’autore torinese Paolo S. Cavazza.

Locandina_conferenza_2001_mod10c

 

ore 16,40/17,20 Presentazione del romanzo Le porte dell’inferno con l’autore Gian Carlo Genta, modera Paolo Riberi.

 

genta

ore 17,20/18,20 Dibattito.

 

Paolo S. Cavazza
Informatico di professione, fotografo e autore torinese estimatore di Arthur K. Clarke, i suoi racconti sono pubblicati nelle antologie di narrativa fantastica Alia Evo Buckfast Edizioni.

 

Il romanzo: Le porte dell’inferno

In un lontanissimo futuro, la scoperta del relitto di un’antica astronave, alla deriva nello spazio interstellare, sembra far luce sul nostro travagliato presente. Una squadra di paleoinformatici riesce a decifrare quel che resta delle memorie del computer di bordo e a ricostruire un racconto epico, che descrive le drammatiche circostanze in cui l’umanità della Terra entrò in contatto con le altre specie della Galassia. Siamo di fronte a un’epopea o alla memoria storica che riemerge dalla notte dei tempi?

 

L’invasione, proveniente dal di fuori della nostra Galassia, distrugge un sistema dopo l’altro in una terrificante successione: l’intera civiltà della Via Lattea rischia l’estinzione. È una lotta contro un nemico senza volto, il mostruoso Qhrun, una misteriosa forma di vita aliena che minaccia l’universo, un’entità sconosciuta e insondabile, ma letale. La nebbia, che ne avvolge l’identità, inizierà a diradarsi soltanto al termine di questo primo volume della saga, quando si farà strada una terribile verità. Il romanzo solleva domande profonde: cos’è un alieno? Quali pensieri o emozioni possono guidarne il comportamento, le reazioni, le scelte?

Recensione

Le Porte dell’Inferno è il primo, affascinante capitolo di una saga spaziale ad ampio respiro, che fin dalle prime pagine immergerà il lettore in un universo ricco di misteriose sfaccettature.

Tra la guerra galattica contro la minaccia dei  Qhrun e i complotti orditi  da una misteriosa setta religiosa, il romanzo intreccia sapientemente avventura, politica e spiritualità in un futuro non troppo lontano, facendo rivivere la grande  fantascienza d’autore con un taglio innovativo e cinematografico.

Paolo Riberi, autore di Pillola Rossa o Loggia Nera? Messaggi gnostici nel cinema.

 

L’autore: Giancarlo Genta

Giancarlo Genta, nato a Torino, è Ordinario di Costruzione di Macchine presso il Politecnico del capoluogo piemontese. Membro dell’Accademia delle Scienze di Torino e dell’Accademia Internazionale di Astronautica, ha all’attivo più di trecento articoli pubblicati sulle più importanti riviste scientifiche internazionali e venticinque monografie, scientifiche e divulgative, alcune delle quali usate come libri di testo universitari. I suoi interessi spaziano dalla progettazione statica e dinamica delle macchine ai sistemi spaziali, dalla meccatronica alla robotica.

Ha pubblicato due romanzi di fantascienza in italiano, inglese ed ucraino.