IMG-20180115-WA0005

Torino Fantasy II edizione

DOMENICA 11 FEBBRAIO dalle ore 16 alle 19

Convegno “Torino Fantasy – un viaggio fra leggenda, arte e cultura”

Nell’ambito della rassegna Eroi di carta, curata da Silvia Casolari e Davide Monopoli, direttori artistici Mufant e realizzata con il contributo della Città di Torino – sezione Patrimonio Culturale, Divulgazione, Promozione del libro e della lettura, domenica 11 febbraio il Mufant ospita “Torino Fantasy” – un viaggio fra leggenda, arte e cultura – il convegno che, arrivato alla sua seconda edizione, riunisce scrittori ed esperti sul tema del fantastico torinese.
Qual è il lato “fantasy” di Torino?
Si aprirà con questa domanda il convegno, organizzato da Francesco Albano – presidente dell’associazione Archivio Sergio Albano – che racconterà il volto fantastico di Torino, fonte di ispirazione per architetti, artisti, scrittori, guide turistiche, e non solo. Chi conosce bene Torino sa quanto poco le si adatti lo stereotipo di città fredda e austera. A renderla affascinante non è solo il suo dedalo di edifici tra il Barocco e il Liberty, ma un’infinità di spunti e suggestioni reali come le decorazioni di certi palazzi, quelle statue e monumenti che, si potrebbe dire, “sanno di fantasy”, bizzarrie architettoniche che hanno ispirato racconti e opere di genere fantastico. Torino che stimola la fantasia, che fa immaginare e divertire.
Si approfondirà il lato fantastico della città attraverso immagini, romanzi, leggende e miti e si cercheranno le motivazioni della tendenza a considerarla e pubblicizzarla come città esoterica. Torino è famosa per i suoi miti esoterici, i triangoli bianchi e neri, spesso sfruttati, quando non creati ad hoc, da un certo marketing turistico.

Quale è l’alternativa al “lato oscuro” di Torino? La Torino Fantastica, città dalle atmosfere evocative, che ha stimolato leggende e storie curiose.
Nel corso della prima edizione ci si è concentrati sull’apporto del Fantastico piemontese nella letteratura italiana, analizzando in particolare il lavoro di alcuni autori in diverso modo legati all’ambiente torinese e piemontese.

In questa seconda edizione scaveremo ancora più in profondità, andando a stanare tutti i Draghi e le Creature Fantastiche nascoste per le vie di Torino! Scopriremo come il anche cinema vi si è ispirato, come nasce una saga fantasy tra le montagne della Val di Susa, cercheremo di tratteggiare le principali caratteristiche stereotipate del mito della città magica e faremo infine un più ampio excursus sui confini fra fantasy e fantascienza in letteratura, nelle serie televisive e nei videogiochi.

Intervengono:
Massimo Centini (1955), antropologo, si occupa di temi legati alla religione e collabora con università e musei italiani e stranieri. Ha dedicato approfonditi studi alle cosiddette culture primitive, svolgendo ricerche sulle pratiche rituali e religiose.

Ha insegnato “Storia dell’Antropologia Criminale” ai master di Criminologia organizzati dal “Santo Spirito” di Roma , ha insegnato Antropologia Culturale all’Istituto di design di Bolzano e insegna “Storia della criminologia” ai corsi organizzati dal MUA.
Francesco Albano (1981), fondatore dell’associazione “Archivio Sergio Albano” con cui organizza eventi culturali e svolge attività di consulenza scientifica. Ha da poco aperto un canale YouTube in cui analizza le mistificazioni legate alla Torino magica ed esoterica.

Enrico Villois (1985), linguista e filologo.
Federico Ghirardi (1990), scrittore, ha esordito nella narrativa a sedici anni con “Bryan di Boscoquieto nella terra dei mezzidemoni” e con il secondo libro della saga, “Bryan di Boscoquieto e il Talismano del Male”, ha vinto il Premio Nazionale di Arti Letterarie 2009.

Nel biglietto di ingresso è compreso l’accesso al museo.

Biglietti ingresso al museo:

intero 7 €, ridotti 6 €, kids 4,5 €